EVENTI

Campionati alle porte: il Volley Club Cesena si è presentato alla città

gruppone

 

Al Palazzo del Ridotto di Cesena, il Volley Club Cesena ha presentato mercoledì il proprio settore giovanile, la formazione di sitting volley e le ‘prime squadre’ che, dal weekend alle porte, inizieranno la stagione agonistica nei campionati di serie B1 femminile e serie C maschile. Sono intervenuti il presidente Maurizio Morganti e l’assessore comunale allo sport Christian Castorri. Si è anche tenuto anche un interessante approfondimento a cura del prof. Luca Rafelli, preparatore atletico ed esperto supplementazione, integrazione e nutrizione sportiva, sul tema ‘L’alimentazione dell’atleta e la prevenzione’, particolarmente destinato ad atleti, allenatori, dirigenti e famiglie.

Il Volley Club Cesena si propone infatti non solo come associazione che si preoccupa della crescita sportiva dei propri atleti, ma anche dei ragazzi e delle ragazze come persone, con le loro problematiche legate all’adolescenza ed al contesto in cui vivono. Per questa ragione, nel solco della tematica del convegno ‘L’alimentazione dell’atleta e la prevenzione’, proseguirà la collaborazione con i Poliambulatori Arcade, specializzati in servizi di medicina dello sport, fisioterapia e visite specialistiche.

La novità della stagione 2017-18 consiste nell’attivazione di uno sportello d’ascolto per gli atleti del Volley Club Cesena, relativamente alle problematiche nutrizionali ed alimentari, cui risponderà il dott. Alessio Dini, medico e biologo nutrizionista. Per usufruire di questo servizio sarà sufficiente inviare una mail a nutrizionista@cooparcade.it, specificando l’appartenenza al Club. Lo specialista risponderà ai quesiti e, per chi interessato ad approfondire la consulenza, potrà prenotare una visita a tariffe agevolate.

 

MIRABILANDIA 2017/18

spalti

Pallavolo, a Mirabilandia il Consorzio Romagna in Volley festeggia l’inizio della stagione con i suoi 2.500 atleti

 

Romagna in Volley ha inaugurato ufficialmente la stagione 2017-18 con la tradizionale festa che si è tenuta a Mirabilandia. Il consorzio pallavolistico con sede a Cesena, presieduto da Maurizio Morganti, si è ritrovato al parco divertimenti con i propri 2.500 atleti, a cui si sono aggiunti gli oltre 250 tra allenatori e dirigenti.

 

Romagna in Volley è il maggiore consorzio di pallavolo d’Europa, e vi aderiscono 12 società: Porto Robur Costa Ravenna, Volley Club Cesena (socio fondatore), Rubicone In Volley San Mauro Pascoli, Cesenatico, Cervia, Longiano, Arcobaleno Forlimpopoli, Around Cesena, Spem Faenza, Sammartinese Forlì, Beach Volley Cesenatico e Beach Volley University Cesenatico.

 

Nel complesso le squadre sono oltre 120 (moltissime delle quali under 18), che militano dalla Superlega maschile del Porto Robur Costa e dalla serie B1 femminile del Volley Club Cesena fino a comprendere tutte le categorie, oltre a ben due formazioni di Sitting Volley.

 

“Lo scopo del consorzio – ha spiegato il presidente Maurizio Morganti – è quello di promuovere il miglioramento e la crescita tecnico-sportiva dei ragazzi e delle ragazze, la libera circolazione dei giovani atleti tra le associazioni aderenti e la formazione continua degli allenatori, al contempo tecnici ed educatori”.

 

L’importante ruolo, non solo sportivo, ma anche sociale, per l’attività che viene svolta con le migliaia di giovani dal Romagna in Volley è stata riconosciuta dalla presenza alla manifestazione di ben 7 assessori comunali allo sport delle città del territorio romagnolo, evento unico quanto inusuale: Christian Castorri (Cesena), Nicola Della Pasqua (Savignano sul Rubicone), Roberto Fagnani (Ravenna), Gianni Grandu (Cervia), Mauro Graziano (Longiano), Stefania Presti (San Mauro Pascoli) e Claudia Zavieri (Faenza).

 

“La giornata – ha commentato Christian Castorri, assessore allo sport di Cesena – ha trasmesso ancora una volta la capacità di un movimento, quello del Romagna in Volley, di organizzarsi rispetto al perseguimento di un obiettivo ben preciso: promuovere il volley, unendo i territori della Romagna, con la massima attenzione ai valori sani dello sport. I contenuti di un progetto così ambizioso e lungimirante, per la realizzazione del quale ritengo sia doveroso ringraziare l’impegno del presidente Maurizio Morganti, sono certo che diventeranno un punto di partenza per avviare una riflessione seria e costruttiva anche per altre discipline. È giunto infatti il momento affinché l’intero movimento sportivo pensi ad una diversa forma di aggregazione”.