B2F – Volley Club Cesena – Sibillini Amandola 3-1

11. Michela Filanti
29 gennaio 2012

11. Michela FilantiIl Volley Club Cesena supera 3-1 l’Amandola al termine di una partita molto combattuta durata più di due ore. Dopo i risultati del sabato che hanno visto Bastia e Pagliare uscire sconfitte dai rispettivi match contro Recanati e Jesi e Porto Recanati che ha avuto la meglio di un Valleceppi battagliero solamente al quinto set, Bersani e compagne sentono la pressione di una gara che potrebbe regalare loro il primo allungo importante della stagione. Coach Raggi, che è costretto a rinunciare all’ultimo momento ad una febbricitante Delgado, conferma il solito sestetto che vede Tardozzi in regia, Filanti opposto, Zebi e Bersani in banda, Cancellieri e Gardini al centro, Ciavarella libero. Le fermane guidate da coach Marini rispondono con la palleggiatrice Piccioni, le schiacciatrici Vitellozzi, Carpani e Vittori, le centrali Ricci e Salustri e il libero Scagnoli. Dirigono l’incontro i signori Stazio e Alfei di Ancona.

PRIMO SET. Davanti ad una discreta cornice di pubblico che colmava con tamburi e tifo caloroso, una temperatura decisamente invernale, partono meglio le ospiti che vanno avanti 0-2. Le locali però sanno che l’occasione è di quelle importanti e rimettono subito il muso avanti: 3-2. Si prosegue in equilibrio fino al primo tentativo di allungo da parte fermana che costringe Raggi a chiamare il primo time-out discrezionale sul 9-12. Rientrate in campo, Cesena pareggia subito i conti (12-12) e si porta poi addirittura in vantaggio prima della seconda sosta tecnica: 16-14. Con un parziale di 1-6, però le ospiti si riportano avanti di tre lunghezze. Quando però i palloni iniziano a pesare, Filanti e Zebi trascinano le romagnole che chiudono il set in proprio favore grazie ad un attacco di Bersani. 25-23

SECONDO SET. Coach Raggi conferma il sestetto che ha chiuso il primo parziale con la centrale Socci al posto di Gardini. Il set comincia con grande equilibrio con Amandola che sembra non aver accusato particolarmente il colpo di una prima partita persa solamente in extremis, ma anzi confermando tutto ciò che di buono avevano mostrato nel corso dello stesso. Il primo allungo importante è del Volley Club che a cavallo della seconda sosta tecnica mette tre lunghezze tra sé e le avversarie: 17-14. Con quattro punti di fila, però, Vitellozzi e compagne rimettono in equilibrio il parziale (17-18) costringendo Giorgio Raggi a chiamare a raccolta le sue. Nel finale sono le marchigiane ad avere l’occasione di portare in parità il match sul 23-24, ma Cesena non demorde e chiude anche il secondo set a proprio favore. 26-24

TERZO SET. Nel terzo set, Raggi cambia in regia con Tardozzi sostituita da Azzi che sta provando ad entrare nei meccanismi della propria nuova squadra visto il suo recente arrivo. Anche in questo parziale si prosegue in grande equilibrio che le due squadre che si superano vicendevolmente rendendo il match assolutamente piacevole ed emozionante, nonostante un livello tecnico non eccelso. Al secondo time-out tecnico è Amandola in vantaggio di due punti: 14-16. Rientrati in campo, sono ancora le fermane a mettere qualcosa in più e a portarsi avanti di quattro lunghezze (18-22) costringendo coach Raggi a chiamare l’ultimo disperato time-out. Il set sembra ormai compromesso, ma Cesena riesce ad annullare i due set-point a disposizione delle ospiti: 24 pari da 22-24. La squadra di Marini si vede annullata un’altra chance di allungare l’incontro, ma sulla quarta palla set Cesena non può nulla e deve concedere il sesto set della propria straordinaria stagione. 25-27

QUARTO SET. Nel quarto parziale, torna in campo Tardozzi al palleggio. Amandola crolla e vede scappare via Cesena sin dall’inizio: 4-0. Marini prova a scuotere le sue che però sono ormai paghe dall’avere strappato un set alle cesenati come c’erano riuscite solo Porto Recanati e Bastia in tutto il campionato e non riescono a reagire alla situazione di svantaggio. 8-2 e 16-7 i risultati in corrispondenza delle due soste tecniche con Cesena che vuole chiudere la pratica e non lasciare punti preziosi per strada. È Tardozzi con un colpo di seconda mano a mettere la parola fine sulla partita. 25-14

Il Volley Club, come sette giorni fa, non brilla, ma riesce comunque ad ottenere tre punti fondamentali per la classifica. Le scusanti per una prestazione non eccezionale per la squadra di Raggi sono tante: un palazzetto insolito che le ha costrette quasi a giocare in trasferta, un’avversario che si è dimostrato molto ostico, arrivato in Romagna con il dente avvelenato alla ricerca di un’impresa e tutta la pressione di un’occasione imperdibili visti i risultati degli incontri del sabato delle dirette concorrenti per la promozione. Ora Bersani e compagne devono cercare di riordinare le idee prima delle due trasferte contro Sambuceto e Ascoli che occupano gli ultimi due posti della graduatoria. Sei punti assicurerebbero alle cesenati l’opportunità di arrivare allo scontro diretto del Carisport contro il Porto Recanati con almeno cinque lunghezze sulle marchigiane.

CESENA: Cancellieri 16, Socci 5, Suzzi ne, Ciavarella (libero), Gardini, Di Fazio 2, Bersani 14, Filanti 17, Zebi 18, Villa, Tardozzi 4, Azzi 4. All. Raggi

AMANDOLA: Carpani 9, Mecozzi ne, Scagnoli (libero), Salustri 12, Senzacqua ne, Vittori 13, Valentini, Marcozzi ne, Vitellozzi 18, Piccioni 1, Vita ne, Cupelli ne, Ricci 10. All. Marini

ARBITRI: Daniele Stazio di Fabriano e Andrea Alfei di Jesi.

NOTE: Spettatori 250ca. Durata 2h e 5min. Muri 11-9. Errori punto 16-19. Battute vincenti 6-1. Battute sbagliate 7-4.

ALTRI RISULTATI: Ascoli – Sambuceto 3-0; Manoppello – Rimini 3-1; Bastia – Recanati 2-3; Jesi – Pagliare 3-2; Porto Recanati – Valleceppi 3-2; Fabriano – Moie 3-1.

CLASSIFICA: Volley Club 38; Porto Recanati e Bastia 33; Pagliare 32; Manoppello 25; Recanati 24; Fabriano 21; Jesi 19; Moie 17; Valleceppi e Amandola 16; Rimini 13; Ascoli 7; Sambuceto 0.

Disegno senza titolo

Seguici su Instagram

1
Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.
loghi istituzionali sito
Disegno senza titolo (1)