B2F – Porto Recanati – Volley Club Cesena 3-1

6 novembre 2011

Gardini (classe '94), il suo contributo (12 punti) non è bastato ad evitare la sconfitta.

Camilla Gardini (classe '94). Il suo contributo (12 punti) non è bastato ad evitare la sconfitta odierna.

È stata una giornataccia per il Volley Club che torna dalla trasferta di Porto Recanati con una sconfitta 3-1 e dovendo far fronte anche all’infortunio accorso a capitan Suzzi (probabile rottura del tendine d’Achille) per la quale si prospetta un lunghissimo stop. Già alla vigilia la gara si prospettava difficile perché per le romagnole era il primo test vero dopo tre agevoli impegni nei primi turni ed il Porto Recanati dopo la sconfitta alla gara inaugurale del torneo, aveva ottenuto due convincenti vittorie che permettevano alle marchigiane di inseguire il terzetto di testa. Coach Raggi schiera la formazione titolare con Poggiali in regia, Filanti opposto, Suzzi e Zebi in posto 4, Cancellieri e Gardini al centro e Ciavarella libero. Le locali guidati da coach Luisa Fusco rispondono con la palleggiatrice Battistelli, l’ex di turno D’Andreagiovanni nel ruolo di opposto, le schiacciatrici Pierantoni e Giacobbe, le centrali Sampaolesi e Composto e il libero Brutti. Dirigono l’incontro i signori Perotti e Sabatucci di Ascoli Piceno.

PRIMO SET. Partono meglio le ospiti che volano subito 0-3. La risposta della squadra di Fusco è però immediata e il punteggio torna in parità. Il parziale prosegue in equilibrio fino al pari 11, ma sono proprio le locali a mettere a segno il primo allungo (18-13). Con un parziale di sette punti di fila, con Poggiali in battuta, Cesena torna però in vantaggio ipotecando la vittoria del set. 22-25.

SECONDO SET. Perso il primo set, arriva la pronta reazione del Porto Recanati che vola subito 6-2. Sul 10-3 in favore delle padrone di casa, coach Raggi è costretto a giocarsi anche il suo secondo time-out discrezionale. La sfuriata del coach romagnole sortisce l’effetto sperato e le cesenati si riportano in corsa (10-8). Le marchigiane tengono il comando fino al 18-15, quando Cesena realizza quattro punti di fila che le regalano il sorpasso. Sul 20-21, l’infortunio a Suzzi che scivola nella partenza di una schiacciata e crolla dolorante a terra. Dopo circa cinque minuti di pausa, il gioco riprende con Bersani in campo nelle fila ospiti. La gara prosegue punto a punto e dopo tre set point falliti dalle romagnole (uno al termine di un interminabile scambio nel quale Cesena ha potuto attaccare più volte per chiudere senza mai riuscirci), sono le locali a chiudere al terzo tentativo e a pareggiare il conto dei set. 30-28.

TERZO SET. Perso così il secondo set e priva della propria capitana Cesena paga l’avvio di terzo set e si ritrova subito sotto di tre lunghezze al primo time-out tecnico: 8-5. La reazione arriva e le due squadre proseguono punto a punto fino al 21-20. Coach Raggi prova a cambiare qualcosa in regia inserendo Tardozzi al posto di Poggiali, ma è Porto Recanati a trovare l’allungo vincente e a portarsi sul due a uno. 25-21.

QUARTO SET. Zebi e compagne accusano il colpo dei due set di fila persi in volata e sono costrette a inseguire anche nel quarto parziale (4-1). Le romagnole sono però brave a non lasciarsi andare e sfruttando anche qualche errore di troppo delle marchigiane si riportano in parità: 12-12. Sul 15 pari, arriva però un altro mini-parziale di quattro punti del Porto Recanati che uccide la partita. Sul 21-17 coach Raggi si gioca l’ultima carta e chiama il suo secondo time-out a disposizione, ma l’inerzia della gara è ormai segnata definitivamente. 25-22.

Giornata no per la squadra di Raggi che perde l’imbattibilità e il proprio capitano per la quale si prospetta un lungo stop (almeno 4-5 mesi). Bastia e Pagliare non si fermano e rimangono a punteggio pieno (12 punti). Ad inseguire la coppia di testa ci sono ora proprio le marchigiane del Porto Recanati (a quota 10). Il Volley Club scivola quindi al quarto posto in compagnia della Monteschiavo Jesi (9). Nel prossimo turno, Cesena ospiterà al Carisport le anconetane del Fabriano che hanno superato il Libero Volley Ascoli per 3-0 raggiungendo così quota otto punti in classifica. Per la squadra di patron Graziani la speranza che quella di oggi sia solo un piccolo stop ad una marcia che può e deve rincominciare già domenica.

PORTO RECANATI: Pierantoni 19, Sampaolesi 14, Composto 17, D’andreagiovanni 8, Grilli ne, Battistelli 3, Brutti (libero), Giacobbe 9, Bisceglia ne, Monina ne, Piattella ne, Baffetti ne. All. Fusco

CESENA: Cancellieri 9, Suzzi 5, Delgado ne, Ciavarella (libero), Poggiali 6, Gardini 12, Vanzolini ne, Bersani 5, Filanti 15, Zebi 22, Tardozzi. All. Raggi

ARBITRI: Marco Perotti (Ascoli); Alessandro Sabatucci (Ascoli).

NOTE: Spettatori 50 circa. Durata 2h e 10 min. Errori 16-24. Battute vincenti 8-6. Battute sbagliate 5-7. Muri 12-10.

ALTRI RISULTATI: Rimini – Recanati 3-0; Pagliare – Valleceppi 3-1; Bastia – Moie 3-1; Manoppello – Amandola 1-3; Jesi – Sambuco 3-0; Fabriano – Ascoli 3-0.

CLASSIFICA: Pagliare e Bastia 12; Porto Recanati 10; Volley Club e Jesi 9; Fabriano 8; Manoppello e Moie 5; Amandola 4; Ascoli e Rimini 3; Valleceppi e Recanati 2; Sambuco 0.

Disegno senza titolo

Seguici su Instagram

1
Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.
loghi istituzionali sito
Disegno senza titolo (1)