B2F – Greenline Viserba – Volley Club Cesena 3-0

17 aprile 2010

Il Volley Club esce con le ossa rotte dal derby tutto romagnolo con la capolista Viserba. Alla vigilia le speranze di vittoria erano ridotte al lumicino dallo scarso livello di forma delle cesenati e dalla superiorità tecnica e fisica delle riminesi di Morolli e guidata dalla campionessa mondiale Darina Mifkova. Costretto a rinunciare alla solita Romani e a capitan Giovanetti, coach Pedrelli getta nella mischia la giovanissima Gardini all’esordio da titolare in questo campionato. La formazione iniziale vede quindi Farnedi in palleggio, Niero opposto, Suzzi e Bersani in banda, Cancellieri e appunto Gardini al centro e Fabbri, nel giorno del suo ventesimo compleanno, nel ruolo di libero. Le locali rispondono con Doria Carnesecchi alla regia, Parenti opposto, Simona Carnesecchi e l’esperta Mifkova schiacciatrici, Peroni e Pironi al centro e Arcangeli il libero. Arbitrano Ponzo e Labanti di Bologna.

PRIMO SET: Partita a senso unico sin dai primi scambi. Niero butta a terra il primo punto della partita, poi Pironi va in battuta e per Cesena è buio pesto. I punti consecutivi delle locali sono sei e valgono una seria ipoteca sul primo parziale. Farnedi e compagne tentano di tenere il passo delle forti avversarie riportandosi a -2 sia sul 5-7 che sul 9-11, ma i colpi di Mifkova sono troppo potenti per la fragile difesa cesenate. Al secondo tempo tecnico Viserba conduce 16-9. Il time-out discrezionale chiamato dalla panchina del Volley Club sul 21-12 serve solo a rendere meno amaro il passivo finale. 25-16.

SECONDO SET: Secondo set senza storia con le riminesi avanti fin dalle prime battute con tre punti di Pironi al centro nei primi tre scambi. Cesena prova a rientrare in partita con due muri di Gardini, ma Viserba torna avanti e non lascia scampo alla squadra di Pedrelli che manda in campo Tomassini al posto di Suzzi, ma la musica non cambia. Finisce 25-6.

TERZO SET: E’ il parziale migliore delle ospiti che rimangono in partita per tutta la prima parte. Con Piazza al posto di Niero nel ruolo di opposto, Cesena gioca bene e tiene testa alla capolista, raggiungendo addirittura in vantaggio il primo tempo tecnico 8-6. Viserba mette la freccia sul 16-15 e non c’è più partita. Mifkova prima, Peroni poi e Simona Carnesecchi infine chiudono set e partita e confermano la propria leadership in questo campionato. 25-17.

Volley Club che esce sconfitto da questo match come da pronostico. In lotta per non retrocedere perdono sia Pesaro che Perugia, che, a tre giornate dal termine, hanno più di un piede in serie C. La squadra di coach Pedrelli ha una buona chance domenica prossima in casa contro il Voghiera di porre fine al discorso salvezza, prima di affrontare nelle ultime due gare proprio le marchigiane e le umbre maggiori candidate alla retrocessione. Le ferraresi di Ghinassi, vecchia conoscenza del volley romagnolo, non hanno più nulla da chiedere al proprio torneo e nell’ultimo incontro hanno perso per 3-0 tra le mura amiche contro Porto Recanati.

VISERBA: Conti ne, Mazzotti ne, S. Carnesecchi 10, Pironi 12, D. Carnesecchi 2, Balducci ne, Peroni 8, Corelli ne, Dominici ne, Mifkova 16, Monti ne, Parenti 6, Zamagna ne, Arcangeli (libero). All. Morolli

CESENA: Cancellieri 7, Suzzi 7, Montalti ne, Tomassini, Gardini 5, Giovanetti ne, Piazza 1, Bersani 6, Romani ne, Farnedi 1, Niero 2, Fabbri (libero), Battistini. All. Pedrelli

NOTE: Muri 7-5. Errori 8-14. Battute vincenti 6-0. Battute sbagliate 2-5. Spettatori 150ca.

RISULTATI: Corciano – Bastia 0-3; Lucrezia – Filottrano 1-3; Ternana – Solarolo 3-0; Recanati – Castelfidardo 3-1; Moie – Pesaro 3-0; Voghiera – Porto Recanati 0-3; Torre San Patrizio – Perugia 3-1.

CLASSIFICA: Viserba 73, Torre San Patrizio 72, Filottrano 66, Moie 52, Porto Recanati 46, Voghiera 43, Bastia 41, Ternana 40, Recanati 39, Lucrezia 37, Volley Club 36, Pesaro 30, Perugia 28, Castelfidardo 19, Corciano 18, Solarolo 8.

Disegno senza titolo

Seguici su Instagram

1
Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.
loghi istituzionali sito
Disegno senza titolo (1)